Controlla le lenti dei tuoi occhiali

occhiali blu gokOggi è il primo giorno del 2015 e mi sono svegliata con una certezza: ogni genitore, per quanto non possa sembrare agli altri, fa il meglio che può per il proprio figlio. È una certezza in quanto nella mia esperienza (personale e non solo professionale) i genitori cercano di fare per i propri figli solo ciò che ritengono sia il bene secondo loro. A volte le scelte educative, le azioni contengono degli effetti collaterali (chiamiamoli così) e provocano delle vere e proprie crisi in te genitore; farglieli vedere, aiutare a capire cosa non ha funzionato nel loro modi di fare e comunicare per me non è così semplice come può sembrare: è sempre comunque una responsabilità e io me la sento tutta addosso! Me la prendo volentieri, perchè, in quelle occasioni in cui sono stata seduta dall’altra parte, sono stata aiutata perchè chi mi guidava era “nella verità”, cioè non barava!

Ritornando ai genitori andando un po’ più in profondità nelle loro storie, colgo che sono veramente convinti di ciò che compiono perché a loro volta i loro genitori hanno messo in atto delle scelte e delle azioni che li ha convinti della loro bontà. Mi spiego meglio, è come se una persona vi dicesse: ” l’erba è blu ne sono convinta indosso addirittura gli occhiali e l’erba è blu”. E sai perchè ti dice la verità? Perchè gli occhiali che indossa hanno le lenti blu e il colore degli oggetti non può che essere blu! Posso vedere il vero colore solo se tolgo le lenti blu e metto le lenti trasparenti: sembra semplice ma non lo è, sai perchè? Perchè l’operazione di togliere gli occhiali e cambiare le lenti richiede che si riconosca di usare lenti inappropriate che falsano il colore degli oggetti, e per fare ciò servono:

  1. autocritica
  2. autodeterminazione
  3. capacità di discernimento

Sono delle vere e proprie “competenze di base”, è l’ABC del tuo essere genitore che ti farà sentire più vicino tuo figlio e i suoi bisogni, ti aiuterà a dare un senso agli accadimenti soprattutto quelli dolorosi; ognuno di noi opera un “copia e incolla” di ciò che abbiamo vissuto come figli nella nostra famiglia d’origine oppure è portato a fare l’opposto di ciò che mamma e papà hanno fatto, spinto dal desiderio di non far vivere ai propri figli le nostre sofferenze. Comuqnue tu faccia mancherà al tuo stile il TUO MODO di essere genitore, che è il sigillo di originalità e unicità!  Servi tu!

Sicuramente la mancanza di originalità e unicità saranno un peso per i tuoi figli ma io sono convinta che nulla è perduto: la vita, che ti ama tanto, ti porterà a togliere le lenti blu è a cambiare gli occhiali. Le occasioni le avrai, non ti mancheranno: farai delle esperienze che ti aiuteranno a vedere il tuo modo di fare il tuo modo di essere con i tuoi bimbi o ragazzi. Saranno queste stesse esperienze che ti porteranno a conoscere i tuoi figli sotto altri aspetti che mai avresti pensato, a conoscere meglio le risorse del tuo partner e che non pensavi esistessero. Le esperienze che ti fanno crescere sono le cosiddette “crisi” e significa letteralmente “scelta, decisione”; mi piace intendere queste esperienze come una crepa nel terreno che ti obbliga a fare un salto da una parte all’altra per non caderci dentro. E le crisi saranno la tua salvezza!

L’augurio che ti faccio con tutto il cuore per il 2015 è di non stare troppo a guardare la crepa, di non pensare troppo prima di fare il salto di non star lì a pensare se è giusto o non giusto farlo, il mio augurio è di fare il salto e basta: una volta arrivato “di là della crepa” troverai un sacco di genitori che ringrazieranno la crepa e, seppur acciaccati e stanchi, ti diranno che si sentono migliori!

buon 2015 e buon salto a tutti

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *