Vacanze di crescita

macchina da vacanza gok
E’ estate, sole, caldo, tanta voglia di vacanza, come è giusto che sia. La domanda sorge spontanea, ma quale vacanza? Ci sono tantissime modalità per vivere questo periodo, e non parlo della mèta, quella è relativa e ognuno ha i suoi gusti e i suoi soldi da spendere. Parlo della modalità in cui le famiglie possono vivere la vacanza. C’è chi sceglie strutture dove ogni componente della famiglia abbia un un suo spazio: i bambini l’animazione, il papà gli sport, la mamma il centro benessere. C’è chi visita città d’arte, chi si immerge in esperienze avventurose. Come dicevo ognuno ha i suoi gusti e i suoi soldi in merito alla vacanza. Vorrei però proporvi un’altra modalità di vivere le vacanze in famiglia, un’occasione di crescita per tutti i componenti, in particolare per i bambini.

La vacanza è per antonomasia il periodo liberato dagli impegni: lavoro e scuola.

Quindi un tempo in cui si può pensare a qualcosa che nella ruotine è spesso difficile, non solo per mancanza di occasioni, ma anche per il giusto tempo da dedicarvi. Ottimo poter riposare, ottimo dare spazio alla relazione tra i componenti della famiglia, si può anche aggiungere un altro obiettivo di crescita: l’incontro con l’altro. Altro che non è il vicino di casa, non è il compagno di scuola o del lavoro, ma altro che vive una vita forse diversa, forse uguale alla nostra, sicuramente particolare, sicuramente non facile. Altro che comunemente viene chiamato disabile, diversamente abile, paziente psichiatrico, matto etc., ognuno metta le etichette che preferisce. Che senso ha dedicare il tempo prezioso delle vacanze per incontrare queste persone? Uno dei compiti di crescita dei genitori nei confronti dei figli è quello di accompagnarli nel mondo, di fornire il massimo degli strumenti culturali, cognitivi ed emotivi per affrontare con serenità il mondo. Il mondo è vario, e proprio qui sta la sua forza, nella varietà, nella differenza.

L’ecosistema si regge perché la differenza è una risorsa, che diviene non solo specializzazione, ma equilibrio.

Aiutare i bambini ed i ragazzi ad incontrare serenamente l’altro, che spesso è molto diverso da loro, perché non parla come loro, o se parla dice cose che non si capiscono, non cammina, ha tanti bisogni, è un compito di crescita fondamentale. Si tratta di avvinarli con gradualità alla diversità, affinché nel tempo scoprano il valore, la forza della diversità. Forza che non si può comprendere razionalmente, ma solo emotivamente grazie all’esperienza dell’incontro. A poco serve spiegare ai bambini che la diversità è forza, risorsa; anche perché a dir la verità i messaggi che giungono dalla società degli adulti parlano di omologazione, di appiattimento. Per incontrare l’altro serve tempo, il giusto tempo, in cui si possa sviluppare un’embrione di relazione che permetta lo scambio e quindi faccia scoprire il valore della diversità. Ecco che una famiglia attenta all’educazione dei propri figli può pensare di organizzare delle vacanze in cui si possa riposare, si possa dare spazio alla relazione tra i componenti della famiglia, ed anche trovare occasioni di incontro con l’altro che vive diversamente da noi. C’è chi utilizza questo tempo anche per il volontariato, per cui si assiste a famiglie che partecipano a vacanze organizzate da strutture in sono presenti persone con disabilità, anziani o altro e si dedicano al volontariato. Ciò è molto bello, però sono sempre una nicchia, e probabilmente in quella famiglia questi concetti sopra esposti sono quasi scontati. La gradualità in educazione è un principio importante. Per chi vuole iniziare vi illustro un’interessate iniziativa che è di facile accesso, per tutti e che può essere l’occasione di incontro con l’altro: il consorzio LE MAT. Le Mat è un marchio e un sistema di affiliazione tra imprenditori sociali che operano nel turismo.

Le Mat sta per un sistema locale e un metodo di ospitalità, accoglienza, accompagnamento e cura del viaggiatore che vuole parte attiva di una comunità che opera e intraprende per lʼinclusione. Le Mat hotel, ostello, B&B e i sistemi di accoglienza turistica Le Mat operano nellʼinteresse generale della comunità per la valorizzazione delle risorse materiali e umane e dellʼambiente e per uno sviluppo economicamente e socialmente più sostenibile. Le imprese Le Mat sono collettive, imprenditori associati che cooperano. Tra soci e lavoratori ci sono persone che nella vita hanno fatto esperienze difficili, di esclusione sociali, di disoccupazione, di malattia mentale, tossicodipendenza, disabilità. Le Mat apprezza molto le esperienze e i saperi di questi collaboratori. Nelle imprese Le Mat si progetta e si prendono le decisioni insieme – una persona diversa, un idea diversa, un punto di vista diverso e un diritto, una parola, un voto per costruire qualcosa di più ricco e partecipato e democratico. Le Mat è un circuito nazionale, per cui si possono trovare varie opportunità sparse per il territorio, sono tutte situazioni assolutamente gradevoli, spesso immerse in territori ricchi di storia. Quando si entra in una struttura Le Mat si coglie che qualcosa è diverso, e per questo bello, interessante.

Il compito dei genitori dicevamo è fornire strumenti ai figli perché siano in grado di vivere serenamente il mondo, non siano spaventati dalla diversità.

Ancor di più oggi questo compito è prioritario, in quanto la società, che lo si voglia o no, sta diventando sempre più multi: multi etnica, multi dimensionale, multi …. Prepariamo i figli a vivere l’incontro con l’altro, facciamo esperienze di incontro perché è solo tramite queste che si può sviluppare il concetto di tolleranza, accettazione, inclusione.

Per ogni ulteriore informazione sul consorzio Le Mat consultate il sito www.lemat.it

Avevi mai pensato che si potessero fare vacanze in questo modo? Pensi siano utili per la tua famiglia?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *