Bulli&bulle. Vittime dei bulli alla riscossa!!!

adolescente provocatorio gok (1)Ma è vero che a scuola poco si fa sul bullismo? Nooooooo!!!!! E questo video ne è la prova. Lo dedichiamo alle vittime dei bulli.

https://www.youtube.com/watch?v=IAZbb9Qj8sM/youtube

Questo video è stato realizzato e proiettato al Filmfestival MoliseCinema; si tratta di un vero e proprio cortometraggio dal titolo “SVITIAMO I BULLI” nato a conclusione del “PROGETTO CINEMA” rivolto a docenti e alunni dell’Istituto Omnicomprensivo di Casacalenda.

Prenditi una manciata di minuti e guardalo ora se non lo ha già fatto!

Nella lettera aperta ai ragazzi (clicca qui) avevo scritto loro a cuore aperto, pensanso che potesse leggerla un ragazzo o una ragazza che di solito guarda e rimane in silenzio senza denunciare i dispetti che vede fare dal bullo; ora vorrei parlare alla vittima di questo bullo.

Vorrei dirti che la situazione che stai vivendo è decisamente stancante per te e tragica per chi ti ama veramente; anche se rimani nel silenzio e piangi la notte riversando fiumi di lacrime sul tuo cuscino, il tuo dolore si vede perchè, come dice un mio grande maestro, “possiamo dimenticare il nome di una personoa ma non possiamo dimenticare il suo DOLORE”. Il tuo è un dolore silenzioso, che non trova un luogo e un momento per essere espresso; forse pensi che sia cosa da niente? forse pensi che nessuno ti crederebbe?

Chi ti fa dispetti potrebbe essere una persona ritenuta amabile e stimabile dai tuoi insegnanti e dai tuoi genitori, può essere addirittura l’amichetto con cui andavi alla scuola dell’infanzia o ai gruppi parrocchiali fino a qualche anno fa, i vostri genitori si conoscono e pensi che non verresti creduto.  Eppure tacere non fa che aumentare la sensazione di essere sbagliato, una nullità e ti rende ancora piùvulnerabile, forse pensi che tenerti tutto dentro sia sinonimo di forza e di coraggio, ma a lungo andare questo silenzio potrebbe invece diventare un masso troppo grande che potrebbe schiacciarti. Pensi di conoscerti bene, pensi di poter reagire alle continue provocazioni da solo, in realtà un giorno per disperazione potresti pensare che “ripagare con la stessa moneta” sia l’unica strada.

Credimi non è così: la via della vendetta è la peggiore!

I momenti in cui sei più esposto possono essere quelli in cui sei da solo e in luoghi affollati o all’opposto solitari, ad esempio in tram/autobus o nel cortile semideserto della scuola dopo la ricreazione, o al momento del cambio quando fai ginnastica. Ecco alcune indicazioni su come comportarti in situazioni in cui ti trovi a tu per tu con il bullo o i bulli:

  1. sull’autobus scolastico siediti vicino all’autista o se sei in un bus di linea siediti vicino ad un adulto;
  2. ignora “il bullo” e digli un bel “no” secco guardandolo dritto negli occhi; ciò non significa nè che scappi nè che sei debole, si chiama autodifesa!
  3. di fronte alle prese in giro anche pesanti buttala sul ridere, guarda che l’umorismo è una grande risorsa, usala!
  4. cerca di stare calmo e di farti vedere sicuro dite sempre!
  5. non dare a vedere che sei arrabbiato, così facendo butteresti benzina sul fuoco e proverebbero un gusto infinito a prenderti in giro!
  6. guarda il tuo oppressore negli occhi e sii sicuro di te sempre!
  7. allontanati dalla situazione di pericolo subito, ignorali sempre! non rispondere alle provocazioni
  8. PARLA CON UN ADULTO DI CUI TI FIDI!
  9. non nasonderti, fidati che non sei tu la persona sbagliata, non c’è in te nulla che non funzioni, evita di cadere nella trappola della vergogna. Non sei tu a doverti giustificare e, ricorda, il bullo è insicuro tanto quanto te; non ti devi vergognare di ciò che ti accade!

E come diceva Gandhi “La vita non è aspettare che passi la tempesta, ma imparare a ballare sotto la pioggia”.

Sono certa che imparerai a ballare anche tu!

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *